Anpal e consulenti del lavoro, nuova convenzione

psp patto di servizio personalizzatopsp patto di servizio personalizzato

Welfare aziendale, Anpal e consulenti del lavoro viaggiano insieme

Nuovo accordo tra Anpal e Consiglio nazionale dell’ordine dei consulenti del lavoro per continuare la formazione concreta su un tema così importante

Anpal servizi e Consiglio nazionale dell’ordine dei consulenti del lavoro, insieme a Fondazione studi dei consulenti del lavoro e Fondazione consulenti per il lavoro hanno appena firmato una convenzione che mira ad aumentare sia l’innovazione che il welfare e innovazione per incrementare la produttività valorizzando al contempo, grazie a percorsi formativi appositamente studiati, il ruolo di operatori, come i consulenti del lavoro, che aiutano con la loro esperienza il sistema produttivo e si rapportano con le aziende.

Una convenzione che rientra nel progetto ‘EQuIPE2020’, finanziato dal ministero del Lavoro e delle Politiche sociali, conclusa nel dicembre 2016 e che ha già portato all’attivazione di due edizioni di Master specifici per i consulenti del lavoro divisi per sei mesi in attività didattica con presenza e on line e tre mesi di consulenza e supporto specifico alla realizzazione di piani di innovazione organizzativa, sviluppati dai partecipanti presso aziende clienti.

La convenzione prevede anche l’impegno tra le parti per la realizzazione di una terza edizione del master e la richiesta di certificazione da presentare all’Asfor.

Come ha spiegato Marina Calderone (presidente del Consiglio nazionale dell’Ordine dei consulenti del lavoro) l’iniziativa sin dalla sua ideazione ha mirato a sensibilizzare e formare i consulenti sul tema del welfare aziendale. Ed era importante dimostrare di voler investire ancora tempo e denaro nella creazione di un nuovo master che dimostri la volontà di approfondire temi così essenziali e che rafforza il rapporto di collaborazione con l’Anpal.

E Rosario De Luca, presidente della Fondazione studi dei Consulenti del lavoro si è detto soddisfatto intervistato dall’AdnKronos: “Al giorno d’oggi per la nostra professione è sempre più importante la specializzazione e questo accordo va in questa direzione. Competenza e specializzazione sono le nostre armi contro gli ‘abusivi’ che sono presenti nel nostro mercato. Le frontiere della nostra professione sono tante ma nessuno pensa di abbandonare la tradizionale attività di gestione delle imprese”.

Una visione che trova concorde anche il presidente dell’Anpal, Maurizio Del Conte: per alimentare correttamente la rete dei servizi per l’impiego è necessario formare una cultura comune tra tutti quelli che operano nel mondo del lavoro, compresi i consulenti.

L’Anpal servizi in questo caso può insegnare ai formatori, che poi porteranno il messaggio corretto in tutto il territorio nel quale operano.

L’accordo appena siglato tra le parti avrà una durata semestrale fino a al 30 giugno 2017, ma è rinnovabile e prorogabile fino al termine della seconda fase di programmazione del Fse che si concluderà nel 2020.

Be the first to comment on "Anpal e consulenti del lavoro, nuova convenzione"

Leave a comment