Family Card e famiglie con tre figli minori

family card

Family Card, arriva il sostegno alle famiglie numerose

Nella nuova Legge di Stabilità prevista anche l’introduzione dal 2016 della Family Card, destinata alle famiglie con almeno tre figli a carico e residenti in Italia, con reddito sotto la soglia di povertà

Nella Legge di Stabilità 2016 redatta dal Governo Renzi e approvata da poco dalla Camera (in attesa del sì in Senato) c’è anche un capitolo importante dedicato alle famiglie numerose, ossia quelle con almeno tre figli a carico che si concretizzerà in un Bonus destinato a sostenere parte delle spese per almeno 2,5 milioni di bambini in Italia.
Anzitutto la ‘Family Card’ non è da confondere con la ‘Social Card’ che in Italia è già attiva da tempo, anche se in fondo la finalità è la stessa.

Il requisito fondamentale è quello di essere residenti in Italia, indipendentemente dalla cittadinanza di origine, e di avere almeno tre figli a carico.

La carta, che dovrebbe essere disponibile dal prossimo mese di marzo, verrà sostenuta da due Fondi appositamente creati: il primo è Fondo per la lotta alla povertà e all’esclusione sociale, che verrà gestito dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, per il quale sono stanziati 600 milioni di euro nel 2016 e 1 miliardo di euro nel 2017.

Il secondo Fondo finanzierà provvedimenti specifici a sostegno della povertà educativa, utilizzando i versamenti da parte delle fondazioni bancarie e dovrebbe mettere a disposizione almeno 100 milioni di euro.

Questo nuovo bonus è stato ideato per sostenere le famiglie sotto la soglia povertà ISTAT, attestato dal reddito ISEE del singolo nucleo familiare. Quindi occorrerà attendere le stime dell’Istituto per capire quali siano le cifre sotto le quali si può aderire.

La domanda dovrà essere presentata esclusivamente dalle famiglie che siano in possesso dei requisiti richiesti presso gli sportelli appositamente dedicati nel proprio Comune di residenza compilando il modulo apposito, accompagnato dal modello Isee.

Farà fede la residenza italiana, comunitaria o extracomunitaria, sempre che la famiglia sia in possesso del permesso di soggiorno.

La Family Card è stata ideata per ottenere sconti sul’abbonamento ai trasporti pubblici, per acquistare più in generale beni e servizi nei negozi che esporranno il contrassegno della convenzione, ottenere sconti sulle tariffe da parte di gestori pubblici e privati, ma anche riduzioni negli ingressi ai musei e più in generale per usufruire della cultura, oltre che servizi per lo sport.

Inoltre la Card potrà essere anche utilizzata per creare Gruppi di acquisto familiare (i cosiddetti Gaf) o solidale (i Gas) anche a livello locale e nazionale, in modo da ammortizzare i costi e ottenere beni di prima necessità a prezzi vantaggiosi.

La carta sarà valida per due anni, poi andrà rinnovata, sempre che vengano rinnovati gli stanziamenti dei fondi.

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio

avvocato lavoro Imperia Sanremo – licenziamentostudio legale

Be the first to comment on "Family Card e famiglie con tre figli minori"

Leave a comment